Benessereintestinale

Wellmicro Gut Test

Il Wellmicro Gut Test  è il report che ti permette di conoscere la composizione batterica del tuo microbiota intestinale per supportare la pianificazione di un corretto approccio nutrizionale e/o terapeutico.

E’ semplice e non invasivo ed è il primo test elaborato con un metodo brevettato e ad alto contenuto tecnologico che traduce in maniera fruibile la complessa analisi dei parametri chiave dell’ecosistema microbico che abita il nostro intestino.

Per fare un’analisi completa del microbiota si usa il sequenziamento massivo del DNA microbico (Next Generation Sequencing – NGS).
Tale metodologia permette di leggere e codificare le “impronte digitali” presenti nel DNA di ogni microrganismo in modo di scattare una fotografia completa e affidabile di un intero ecosistema e interpretarne l’impatto per la nostra salute.

Nel report troverai:

  • Indice di biodiversità
  • Indice di disbiosi
  • Descrizione filogenetica dell’ecosistema
  • Potenziale metabolico
  • Rilevamento molecolare di patobionti
  • Indici di valutazione funzionale dell’ecosistema (viene valutato il possibile contributo del microbiota a proteggere/predisporre l’ospite da specifici disturbi della salute)
  • Tabella in cui vengono riportati possibili suggerimenti d’intervento qualitativi per l’ottimizzazione del microbiota

AVVISO: i suggerimenti NON rappresentano in alcun modo dei piani alimentari e/o terapeutici ma vogliono essere esclusivamente un supporto al professionista per l’elaborazione di piani d’intervento personalizzati. 

I risultati saranno disponibili entro 4 settimane dalla ricezione del campione in laboratorio.

Wellmicro Gut Test Plus

Il Wellmicro Gut Test Plus è il primo report che ti permette di conoscere sia la composizione batterica che quella micotica (fungina) del tuo microbiota intestinale!

Nel report troverai:

Parte 1 – Batteri:

  • Indice di biodiversità
  • Indice di disbiosi
  • Descrizione filogenetica dell’ecosistema
  • Potenziale metabolico
  • Rilevamento molecolare di patobionti
  • Indici di valutazione funzionale dell’ecosistema (viene valutato il possibile contributo del microbiota a proteggere/predisporre l’ospite da specifici disturbi della salute)

Parte 2 – Miceti:

  • Descrizione dell’ecosistema nel suo complesso con grafici delle abbondanze relative ai diversi livelli filogenetici
  • Pannello dedicato all’identificazione delle specie di Candida
  • Pannello di valutazione finale del micobiota

Parte 3 – Suggerimenti d’Intervento:

  • Tabella in cui vengono riportati possibili suggerimenti d’intervento qualitativi per l’ottimizzazione del microbiota

AVVISO: i suggerimenti NON rappresentano in alcun modo dei piani alimentari e/o terapeutici ma vogliono essere esclusivamente un supporto al professionista per l’elaborazione di piani d’intervento personalizzati. 

I risultati saranno disponibili entro 4 settimane dalla ricezione del campione in laboratorio.

Buoni motivi per fare l’analisi del microbiota

 Per il proprio BENESSERE

Un profilo sano del microbiota intestinale migliora la nostra salute. Conoscere il proprio microbiota vuol dire avere la possibilità di mantenerne e migliorarne l’equilibrio tramite la dieta e lo stile di vita.

 Per la PREVENZIONE di molte patologie

Conoscere la composizione del microbiota intestinale in situazioni di rischio per diverse patologie intestinali (malattie infiammatorie intestinali, sindrome del colon irritabile, cancro del colon-retto, malattie diverticolari) o sistemiche (obesità, diabete, sindrome metabolica, allergie) consente di valutare il coinvolgimento del microbiota e personalizzare le strategie nutrizionali e/o terapeutiche attuate per la prevenzione di tali patologie.

 Durante l’insorgere e il persistere di SINTOMI INTESTINALI di LIEVE o MEDIA ENTITÀ

Conoscere la composizione del microbiota intestinale consente di apportare opportune correzioni alla dieta per contribuire alla risoluzione di disturbi di lieve o media entità, come coliti episodiche, diarree ricorrenti, stipsi, flatulenza e difficoltà intestinali.

In condizioni di SOVRAPPESO o OBESITÀ

Conoscere il microbiota intestinale consente di integrare in modo opportuno le strategie nutrizionali per la perdita di peso e il conseguente mantenimento del peso-forma. All’interno di un regime dietetico mirato alla perdita di peso possiamo fare in modo che il microbiota “lavori per noi, non contro di noi” favorendo, con opportune integrazioni personalizzate della dieta, le popolazioni batteriche ad alta attività anti-obesogenica.

In fasi cruciali della vita umana, come l’INFANZIA e l’INVECCHIAMENTO

Conoscere la composizione del microbiota intestinale durante questi periodi cruciali della vita dell’uomo consente di agire sulla dieta per favorire il mantenimento di un profilo sano, per contribuire alla prevenzione di allergie e limitare gli effetti dell’immunosenescenza e degli stati infiammatori tipici dell’invecchiamento.

Durante la GRAVIDANZA e l’ALLATTAMENTO

In questi momenti delicati il mantenimento di un profilo microbico sano è importante non solo per il proprio benessere ma anche per favorire la costruzione di un microbiota equilibrato nel neonato. Avere cura della propria dieta in questi momenti è importante, e conoscere la composizione del microbiota intestinale consente di personalizzare l’approccio nutrizionale per apportare benefici alla salute della madre e del bambino.

Durante l’insorgere della MENOPAUSA

Durante questo periodo il mantenimento di un profilo equilibrato del microbiota intestinale consente di affrontare al meglio i grandi cambiamenti metabolici e fisiologici.

In presenza di disturbi del TRATTO URO-GENITALE

Una composizione alterata del microbiota intestinale favorisce l’insorgere o il ricorrere di infezioni urinarie (cistiti, uretriti) o dell’apparato genitale (vaginiti, infezioni da Candida). Conoscere la composizione del microbiota intestinale consente di apportare modifiche alla dieta che possano contribuire alla risoluzione dei disturbi e ad evitare le recidive.

Per progettare APPROCCI DIETETICI PERSONALIZZATI

Conoscere il microbiota intestinale è un valido strumento per disegnare diete personalizzate, ad esempio per atleti agonisti e sportivi in genere, per i quali l’efficienza metabolica di un microbiota equilibrato può essere un aiuto importante sia nel mantenimento della salute che nell’incremento della performance atletica.

In seguito a VIAGGI, TERAPIE ANTIBIOTICHE, STRESS o CAMBIAMENTI AMBIENTALI

Conoscere la composizione del microbiota in caso di disturbi dovuti, ad esempio, a trattamenti antibiotici, cambiamenti di dieta, interventi chirurgici, viaggi e stress, è un valido strumento per perseguire il recupero di un microbiota sano e, di conseguenza, del benessere intestinale.